Faccio uno Steek… e vi spiego più o meno come faccio! E parliamo di Laine Magazine – St. 2 Ep 13

Ciao e benvenute a Parliamo di Maglia, un podcast dedicato al lavoro a maglia, dal punto di vista non solo dei lavori in corso, ma anche delle riviste, delle pubblicazioni e dei libri. In questo episodio, l’ultimo dell’estate 2020, vi racconto non solo dei miei lavori in corso, ma anche di come faccio a fare gli steek e di Laine Magazine, un discorso rimasto un po’ in sospeso.
Vi auguro una buona visione, di seguito trovate tutte le informazioni relative a questo episodio.

Progetti in corso

Magnolia Sweater: https://www.ravelry.com/patterns/library/magnolia-26

Oregon Vest: https://www.ravelry.com/patterns/library/oregon-vest

Yell:

L’episodio in cui racconto del libro Shetland, di Marie Wallin: https://www.youtube.com/watch?v=-u5v5BYrcnw

Sto facendo il test per “Terrazzo Milanese”, il nuovo scialle di Francesca Caricato. Qui il suo negozio su Ravelry: https://www.ravelry.com/designers/francesca-caricato

Lo sto realizzando con una delle cake di Ivana: https://lanaarcobalenodicolori.it/

Come fare lo steek

Per fare lo steek è importante, alternativamente:

  • utilizzare una lana giusta (rustica, non scivolosa, tendente a un leggero infeltrimento – vanno bene tutte le lane tipo shetland, e di norma tutte le lane non trattate supewash).
  • se utilizziamo un filato superwash, fare un adeguato rinforzo.

Io per ora ho fatto due steek. La prima volta è stato per OA, un maglione di Kate Davies, dove la stessa suggerisce di utilizzare il metodo di rinforzo con l’uncinetto, che ho utilizzato sempre, da quel momento.

Il metodo di rinforzo all’uncinetto mi piace perché resta rifinito molto bene ed è virtualmente a prova di bomba.

Il tutorial, spiegato passo passo e con delle foto esplicative, è a questo link, dove c’è anche la spiegazione della ripresa delle maglia “sandwich”: https://kddandco.com/tag/steek-tutorial/

Nella mia esperienza, è importante evitare la tentazione e non ripassare due volte nello stesso punto.

Altri metodi di cui sono a conoscenza (che mi sono stati insegnati da Meg Swansen al corso che ha tenuto a Firenze nel 2019). In questo post del blog di SchoolHouse Press trovate tanti di questi metodi spiegati e un video esplicativo https://www.schoolhousepress.com/blog/megonsteeks/ .
Io comunque li elencherò di seguito.

  • Il rinforzo con la macchina da cucire – forse il più classico, di derivazione Norvegese, ma inadatto a chi come me non ha molta confidenza con lo strumento.
  • Il taglio senza rinforzo: per i forti di cuore, si può fare se si hanno un bel po’ di punti di steek e si è utilizzata la lana giusta, non scivolosa
  • metodo relativamente nuovo per fare lo steek è con l’infeltrimento. Non ho mai provato, ma se va bene per Meg Swansen, va bene anche per me. A questo link https://www.schoolhousepress.com/blog/steeks/ trovate un video in cui lo spiega e lo mostra con la consueta, incomparabile, grazia e chiarezza.

Laine Magazine

Laine Magazine è una rivista finlandese.
È acquistabile online sul loro sito https://lainemagazine.com/ dove trovate anche i loro rivenditori https://lainemagazine.com/stockists

Mi è piaciuta molto, anche se ho trovato un’uniformità forse eccessiva nei vari numeri, per cui mi è sembrato di non vedere una sufficiente distinzione stagionale tra autunno/inverno e primavera/estate.

I miei pattern preferiti nei cinque numeri a mia disposizione

Poet https://www.ravelry.com/patterns/library/poet

Treysta https://www.ravelry.com/patterns/library/treysta

Magnolia https://www.ravelry.com/patterns/library/magnolia-26

Shibui (diventato “Aito” su Ravelry non so bene per quale ragione…) https://www.ravelry.com/patterns/library/aito-2

Elevate https://www.ravelry.com/patterns/library/elevate-2

Calla https://www.ravelry.com/patterns/library/calla-11

Marit https://www.ravelry.com/patterns/library/marit-4

Sostienimi!

Se vuoi sostenere Parliamo di Maglia, puoi cliccare sui link ad Amazon, sempre affiliati, per fare i tuoi acquisti. Oppure semplicemente puoi iscriverti al canale, visitare il blog, lasciare un commento. Grazie!

Un caro abbraccio

Martina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *